Mangiare d’Autunno

Con la temperatura che diminuisce e le giornate si accorciano, l’organismo si prepara all’inverno. Capita di avere più appetito del solito, è un esigenza fisiologica quella di mettere da parte qualche riserva per la stagione più fredda (fateci caso, anche gli animali mangiano volentieri e tendono a prender peso).

Spesso la tentazione è di introdurre cereali sotto forma di dolci, ma con gli ingredienti di stagione possiamo realizzare piatti saporiti e sostanziosi, che forniscono le necessarie calorie e sostanze nutritive senza necessariamente intaccare la linea.

Utilizziamo i cereali in abbondanza fin dal mattino, privilegiando avena, grano saraceno, miglio, mais e riso, perché dotati di proprietà leggermente riscaldanti. che siano come muesli, biscotti, fiocchi, o grani cotti, la scelta è ampia.

Se non lo facciamo già, impariamo a consumare sempre una piccola razione di verdura cruda, preferibilmente condita con succo di limone, magari arricchendola con germogli freschissimi e supervitaminici (rif. https://passolento.wordpress.com/2013/03/06/i-germogli/) in alternativa usare i semi oleosi girasole, sesamo (gomasio), zucca. Negli ultimi tempi, sono illuminati dalle luci  della ribalta semi di chia e di canapa ,  quindi possiamo scegliere nella maniera più opportuna e varia;  non dimentichiamo la frutta oleosa noci, mandorle, nocciole sono gradevoli al palato e ci fanno bene (senza esagerare).

Utilizziamo verdura cotta e legumi per preparare delle riscaldanti zuppe, o i soli legumi come condimento per i primi piatti, che sia pasta o grani vari (avena, orzo, grano tenero, grano saraceno, miglio).

Sfruttiamo la frutta di stagione e in particolare l’uva dotata di proprietà disintossicanti, leggermente lassative e diuretiche, e i cachi, ricchissimi di vitamina A. Ottime anche le nutrienti e riscaldanti castagne che cucinate opportunamente possono sostituire i cereali per insoliti primi piatti (per esempio zuppa con castagne, fagioli rossi e funghi).

Dolci, prepariamoli con frutta secca e oleosa, castagne, fichi, e altri prodotti di stagione che non forniscono solo calorie vuote ma anche vitamine, minerali e fibra, diminuendo l’apporto degli zuccheri (zucchero, perché no?).

Certo chi non è abituato ad usare determinati ingredienti potrebbe non apprezzare certi sapori, il problema fondamentale è che la grande distribuzione uniformando il prodotto, ha abituato il nostro palato a sapori standard, il mio consiglio? Non stravolgere la dispensa, ma introdurre qualche ingrediente diverso, iniziando a provate qualche ricetta, mano mano osare sempre più, accostandosi con mente aperta e spirito d’avventura ai nuovi sapori, non potremo che guadagnarci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...