Mini vacanza

Questi mesi estivi ci vedono presi dalle sistemazioni da fare in orto e giardino; noi procediamo piano cercando di lavorare col fresco. Ed approfittando dell’invito di alcuni nostri amici per ammirare l’eclissi di Luna, ci siamo regalati una minivacanza al fresco delle montagne friulane.

Certo arrivarci da qua ci vogliono quasi 5 ore, ma l’aria fresca e pulita ed i luoghi ti rinfranca del lungo viaggio. Lungo per me che ormai non sopporto stare rinchiusa in auto, seduta e frullata dal suo movimento.

Abbiamo dormito in Slovenia, ma visitato luoghi in Italia, dove comunque sentivi un miscuglio di lingue e accenti diversi, sopratutto a Tarvisio dove ci siamo recati per trovare uno IAT che ci ha indicato i luoghi da vedere nel nostro breve soggiorno.

Così abbiamo passeggiato lungo le rive del lago di Predil, dove si può fare il bagno in acqua che vanno dal limpido cristallino ad un verde scuro, quasi nero, passando per tutte le sfumatore del verde, dovute al riflettersi della vegetazione e delle montagne. Passeggiata molto piacevole, ma che abbiamo interrotto presto volendo riposare per poter ammirare l’eclissi che si sarebbe verificata la sera di venerdì 27.

Dell’eclissi non ho foto, la mia digitale non è così sofisticata, e mi basta conservare il ricordo di questo evento. Rientrati in albergo, ci siamo svegliati tardi e con la temperatura che ormai iniziava a salire anche lì in montagna (ci trovavamo dai 750 a 1000 metri s.l.m.) e ci siamo recati su di un altro lago (in realtà sono due i laghi di Fusine, ma noi abbiamo peerimetrato solo quello inferiore) qui non è permessa la balneazione e d’altro canto non ha spiagge, il sentiero si dipana all’ombra degli alberi tra rocce e radici, la vegetazione ricca e florida, il cinguettio che ti accompagna nel cammino e la meraviglia che ti regala il volo rapido delle libellule.

Il viaggio di ritorno dopo una deviazione a casa dei nostri amici, ci ha riportato al caldo afoso della pianura, rinfrancati però nello spirito e con gli occhi ancora pieni di bellezza.